La Grotta del vento, nel parco delle Alpi Apuane

San Pellegrino in Alpe è sempre stato un luogo di passaggio mai una meta vera e propria.

Come tale è importante conoscere anche i luoghi di interesse che possono essere raggiunti attreaverso il Passo delle Radici e dopo una visita al santuario di San Pellegrino.

La Grotta del Vento, situata al centro del Parco Naturale delle Alpi apuane è sicuramente uno dei luoghi che meritano una visita e che dista da San Pellegrino in Alpe solo 57 km, passando dal Passo delle Radici e circa 40 km passando per Chiozza.

Chi dall'Emilia vuole raggiungere la Versilia può quindi approfittare per fare una visita a San Pellegrino e poi proseguire verso il mare; la Grotta del Vento si trova più o meno a metà strada e, come detto, per le sue caratteristiche uniche merita certamente una deviazione sul percorso.

La Grotta del Vento è una delle più complete in Europa per la morfologia e la varietà che presenta ed è visitabile tutto l'anno, dal primo aprile al 2 novembre e anche dal 26 dicembre al 6 gennaio.

Se non siete un gruppo organizzato potete accedere alla grotta semplicemente presentandivi ai cancelli e pagando il biglietto, durante gli orari di apertura. Nel caso di gruppi organizzati di più di 20 persone è invece necessario comunicare la data e l'ora di arrivo ai numeri che trovate in fondo all'articolo.

Il microclima all'interno della grotta è piacevolmente mite (poco meno di 11 gradi) durante tutto l'anno. Pertanto un maglioncino in estate è particolarmente indicato per non sentire troppo lo sbalzo termico proveniendo dall'esterno. In inverno, invece, si potrebbe trovare un temperatura decisamente più gradevole rispetto all'esterno.

La grotta si compone di tre diversi itinerari che differiscono tra loro per durata e livello di difficoltà. In ogni caso i percorsi possono essere seguiti nella totale sicurezza grazie anche alla presenza di guide esperte che vi accompagneranno nell'escursione di questo magico luogo sotterraneo.

All'interno potrete ammirare, alla luce dei riflettori, tutte le concrezioni tipiche delle caverne, dalle stalattiti alle stalagmiti, con in più piccoli laghetti e corsi d'acqua sotterranei.

Per preservare il microclima di questo piccolo capolavoro della natura ci sono ovviamente delle regole da rispettare durante le visite, in modo tale che la presenza umana non guasti il fragile equilibrio delle concrezioni e non sia fonte di disturbo per la fauna che pure vive all'interno della grotta.

Per arrivare alla Grotta del Vento provenendo da San Pellegrino in Alpe, quindi, il percorso più breve è quello che passa per Chiozza e Pieve Fosciana e lo potete vedere nella cartina sottostante. In auto impiegherete circa un'ora per arrivare a destinazione.

Come arrivare alla Grotta del Vento

Come arrivare alla Grotta del Vento - Visualizza su Google Maps

Per prenotazioni o altre informazioni vi invitiamo a consultare il sito ufficiale:

http://www.grottadelvento.com

oppure chiamare il numero di telefono 0583 722024.

Fonte foto di copertina:  italiaparchi.it

Nessun commento ancora

Leave a Reply